fbpx

Com’è il clima e qual è il periodo migliore per visitare il Nepal?

Una delle domande che riceviamo più di frequente è “Qual è il periodo migliore per visitare il Nepal?”. La classica risposta, che troverai sulla maggior parte delle guide turistiche, è la primavera e l’autunno, quando il cielo è limpido, il clima è stabile, e le temperature in montagna sono moderate. Tuttavia, data la natura estremamente complessa della topografia e del clima del Nepal, sempre più viaggiatori si recano in Nepal anche in inverno e in estate, ed a ragione.

In molte zone, fare trekking in inverno è perfino meglio: ad esempio, nel basso Solukhumbu, la parte più a sud della regione dell’Everest. O nella zona attorno a Pokhara, dove ci sono diversi bellissimi itinerari a bassa quota, incluso il famoso trekking a Poon Hill. Anche il sud del Nepal, dove si trovano, ad esempio, Lumbini e il Parco Nazionale di Chitwan, è una meta perfetta in inverno, perché in questa stagione, non fa caldo ed il clima è mite. Ed il Mustang, trovandosi nell’ombra pluviometrica dell’Himalaya e quindi protetto dai monsoni, è ideale da visitare durante la stagione delle piogge.

Con le informazioni appropriate ed il giusto programma di viaggio, il Nepal è una meta eccellente tutto l’anno!

  • icon PRIMAVERA

    Da marzo a metà maggio.

    In primavera, le temperature sono da moderate a fredde sulle montagne, a seconda dell’altitudine e dell’ora del giorno e medio/calde nelle pianure del sud, di solito in aumento da maggio.

    Anche se il tempo non è stabile come in autunno, marzo e aprile sono considerati il secondo periodo migliore per fare trekking, per via del clima moderato e delle giornate che si allungano.

    I rododendri sono in fiore sulle colline e sulle montagne, specialmente a marzo e aprile, colorando il paesaggio di rosa e rosso.

    Nel sud, l’erba, di solito alta, del Terai, è stata tagliata, facendo di questa stagione il momento migliore per osservare la fauna selvatica nei parchi nazionali di Chitwan o di Bardiya.

    L’inconveniente è che, a volte, a bassa quota, la foschia copre le montagne.

    Inoltre, in primavera ci sono alcune delle festività più belle, come, per esempio, l’Holi in marzo.

  • icon ESTATE

    Da metà maggio ad agosto.

    L’estate è la stagione più calda: le temperature sono alte e possono salire sopra i trenta gradi. Questa stagione coincide, da metà giugno, anche con il periodo delle piogge, che significa precipitazioni e nuvole quasi tutti i giorni.

    Seppure il tempo sia normalmente umido e piovoso, è sempre possibile visitare le città e la natura è al suo massimo splendore, verde e rigogliosa. Inoltre, senza l’afflusso turistico dell’alta stagione, è più facile vedere la fauna selvatica nelle aree naturali e l’esperienza del contatto con le persone e la cultura locale è più personale.

    E poi, non va dimenticato che ci sono diverse regioni in Nepal che si trovano nell’ombra pluviometrica dell’Himalaya e quindi sono protette dai monsoni, come ad esempio il Mustang, dove è possibile trovare tempo stabile e fare trekking anche in estate.

  • icon AUTUNNO

    Da settembre a novembre

    Da fine settembre, l’estate e la stagione delle piogge finiscono, il clima diventa piacevole ed asciutto ed i cieli tersi. Le temperature sono medio/calde nel Nepal meridionale e centrale, e moderate sulle montagne, in abbassamento da novembre.

    I bei cieli limpidi fanno si che, durante questa stagione, la vista delle montagne sia di norma eccellente.

    Durante questa stagione, inoltre, in Nepal vengono celebrate alcune delle principali festività, come ad esempio le feste indù di Dashain e Tihar.

    Il rovescio della medaglia è che si tratta dell’alta stagione in Nepal e le destinazioni turistiche possono essere affollate.

  • icon INVERNO

    Da dicembre a febbraio

    Durante l’inverno il tempo è stabile ed i cieli cristallini. Le temperature sono basse in montagna ma miti nel sud.

    A quote elevate, gennaio e febbraio possono essere molto freddi, specialmente di notte, ma se scegliessi di fare un trekking in questa stagione, sarai ricompensato da cieli limpidi e sentieri non affollati.

    L’inverno è un momento eccellente anche per visitare le pianure del Terai, nel sud del Nepal, ed esplorare le giungle del Parco Nazionale di Chitwan senza il caldo, per fare trekking a bassa quota, o per visitare le principali città del Nepal senza che siano affollate di turisti.

  • icon STAGIONE DELLE PIOGGE

    Di solito da metà giugno a metà settembre

    Durante la stagione dei monsoni, il clima in Nepal è umido e piovoso.

    La natura è viva: campi verdeggianti, fiumi che scorrono pieni d’acqua, aria pulita, fiori ovunque ed abbondanza di frutta e verdura. I turisti, in questa stagione, sono al minimo ed è quindi il momento migliore per vivere il “vero” Nepal.

    Gli svantaggi di questa stagione sono i frequenti ritardi nei trasporti, le montagne poco visibili e la possibile presenza di sanguisughe sui sentieri.

    Come già detto, tuttavia, alcune aree, come la regione del Mustang o del Dolpo, si trovano nell’ombra pluviometrica dell’Himalaya e non sperimentano la stagione delle piogge. Nelle altre stagioni, in queste regioni ad alta quota e battute dal vento, può fare freddo, per cui questo è il momento migliore per fare trekking.

© Copyright 2018. Travel With Me Pvt. Ltd.

  • Siamo Associati a
  • npl
  • npl

Licenza 2532 - Dipartimento del Turismo