fbpx

Quali sono le festività più importanti del Nepal?

Partecipare a una delle tante festività celebrate in Nepal, potrebbe essere una delle esperienze più belle ed emozionanti del tuo viaggio. Sebbene la maggioranza delle celebrazioni sia di natura religiosa, più che un momento solenne sono soprattutto occasioni per far festa ed i viaggiatori sono sempre i benvenuti. Se vuoi assistere a una festa tradizionale durante il tuo soggiorno in Nepal, faccelo sapere: penseremo noi a tutto!

Scopri qui di seguito quali sono le principali.

Dashain (settembre-ottobre)

Il Dashain è la festività che sta più a cuore ai nepalesi. Sebbene sia di origine indù, vi aderiscono entusiasticamente tutti i gruppi etnici e religiosi. Durante questo festival, che dura ben quindici giorni, le famiglie si riuniscono, i bambini si divertono facendo volare gli aquiloni o passando il tempo sui Ping, le altalene in bambù ed erba intrecciata realizzate per l’occasione, e i fedeli si recano ai templi.

Le giornate più importanti sono la 7a, quando un mazzo di fiori sacro viene portato in processione per Kathmandu, la 9a, quando comincia il sacrificio degli animali nei templi e la 10a, quando le famiglie visitano i parenti più anziani per ricevere la Tika, la loro benedizione.

Tihar (ottobre-novembre)

Il Tihar, conosciuto anche come Festa delle Luci, è la seconda più grande festività del Nepal e una delle più magiche. Durante il Tihar, che dura cinque giorni, i nepalesi celebrano le mucche, per la prosperità che regalano, i cani, per la loro lealtà, i corvi, come messaggeri di Yamraj, il Dio della Morte, e Laxmi, la Dea della Ricchezza e della Fortuna. Il terzo giorno, in particolare, le famiglie addobbano le loro case con lampade ad olio, candele e luci elettriche, che brillano per tutta la notte per guidare la Dea Laxmi all’interno. L’ultimo giorno, chiamato Bhai Tika, le sorelle benedicono i fratelli e donano loro ghirlande e dolci. Durante questo festival, infine, il gruppo dei Newari, celebra l’inizio dell’anno nuovo.

Chaath (ottobre–novembre)

Questo festival indù onora Surya, il Dio del Sole, per ringraziarlo e chiedergli che esaudisca i desideri. E’ una delle festività più importanti per gli abitanti del Terai, le pianure del sud, ma viene comunque celebrato ovunque in Nepal, Kathmandu inclusa.

I devoti, per lo più donne, si raccolgono attorno alle sponde dei fiumi per adorare il Dio e fanno dei bagni rituali. Aspettano il tramonto, accendendo lampade ad olio, cantano e camminano nell’acqua per pregare e fare offerte al sole calante. Il rituale viene ripetuto la mattina seguente al sorgere del sole, con preghiere e offerte di frutta, noci di cocco e dolci.

Shivaratri (febbraio-marzo)

Shivaratri significa letteralmente ‘Notte del Dio Shiva’ ed è proprio a lui che è dedicata questa festività.

In tutti i templi indù dedicati a Shiva vengono organizzati veglie notturne e falò. I pellegrini, i fedeli e i sadhu, i monaci indù, si ritrovano per celebrare il Dio cantando preghiere, offrendo foglie di bael e latte. E’ anche un momento di digiuno, meditazione e yoga. Fumare marijuana in questo giorno è accettato e considerato un’offerta al Dio, ritenuto anch’egli un avido fumatore.

La sera, i bambini bloccano le strade con corde tese e chiedono monete ai passanti. La ragione? Shiva ha freddo e loro hanno bisogno dei soldi per comprargli un po’ di legna.

Holi (febbraio-marzo)

L’Holi, la Festa dei Colori, si celebra in primavera. Rappresenta la vittoria del buono sul cattivo, l’arrivo della primavera e la fine dell’inverno.

Durante questa giornata, i nepalesi giocano con acqua e polveri colorate, pitturandosi e spruzzandosi a vicenda con pistole ad acqua o palloncini. Si balla e si canta per le strade e, spesso, sono organizzati concerti. L’Holi è, per i nepalesi, un giorno per divertirsi e perdonare e l’euforia collettiva è davvero contagiosa.

I ‘colour run’, che stanno acquistando popolarità in tutto il mondo, si ispirano proprio a questa festività.

Buddha Jayanti (aprile-maggio)

Il Buddha Jayanti è la festività dedicata alla nascita di Buddha. E’ un giorno speciale sia per i buddhisti, sia per gli induisti, che considerano Buddha una reincarnazione del Dio Vishnu. Durante questa giornata, i fedeli celebrano Buddha, la sua nascita, la sua Illuminazione e la sua morte.

I templi e gli stupa vengono decorati con migliaia di piccole lampade ad olio o burro di yak e i preti eseguono danze rituali, con vestiti che rappresentano i cinque aspetti dell’Illuminato.

Teej (agosto–settembre)

Questa festività indù, riservata alle donne e dedicata alla Dea Parvati, la moglie di Shiva, è molto sentita in Nepal.

Durante le celebrazioni, le donne indossano i loro abiti più belli, rigorosamente rossi. I festeggiamenti cominciano con una notte fuori casa per le donne sposate, durante la quale fanno festa con le loro famiglie di origine (normalmente la moglie in Nepal vive con la famiglia del marito dopo il matrimonio). I banchetti si protraggono fino mezzanotte, quando comincia un giorno di digiuno. Il giorno seguente, si mettono in fila per adorare il Dio Shiva nei templi e pregano per la lunga vita del marito, se sono sposate, o per trovare quello giusto, se non lo sono. In queste giornate, le strade ed i parchi si riempiono di gruppi donne che cantano e ballano, festose ed allegre.

Jaatras (Tutto l’anno)

Le Jaatra sono varie feste celebrate in tutta la valle di Kathmandu dalla comunità Newari, nativa di questa zona. Durante queste celebrazioni, gli abitanti delle varie città si raccolgono attorno a una processione di fedeli mascherati, che ballano e tirano un carro di legno.

Le Jaatra più importanti sono la Seto Machhendranath Jaatra (marzo-aprile), la Machhendranath Rath Jaatra (aprile-maggio), la Gaai Jaatra (luglio-agosto) e l’Indra Jaatra (agosto-settembre). La prima e la seconda celebrano il Dio della Pioggia. La terza celebra le mucche (gaai) ed è un momento per onorare i membri della famiglia scomparsi di recente, e per i bambini per travestirsi da mucca o da sadhu (i monaci indù). Durante la quarta viene adorata la Kumari, la Dea Vivente.

© Copyright 2018. Travel With Me Pvt. Ltd.

  • Siamo Associati a
  • npl
  • npl

Licenza 2532 - Dipartimento del Turismo